Arance

Cresciute al caldo del sole Calabrese, ricche di vitamine per l’organismo

L’albero di arancio, citrus aurantium, è un albero da frutto che appartiene al genere Citrus (famiglia Rutaceae).

Può essere alto fino a 10 metri ed è caratterizzato da foglie allungate e piuttosto corpose e da splendidi fiori bianchi.

L’origine dell’albero si fa risalire alla Cina e al Giappone, ma è anche molto facile trovarlo in Spagna, Grecia e Italia, dove è stato importato prima dagli arabi ed in seguito dai mercanti genovesi.

Si ritiene che sia stato diffuso in Italia nel XIV sec, in particolare in Sicilia, dove da allora gli aranceti rappresentano il caratteristico paesaggio delle campagne e dove se ne coltivano molte varietà.

arance spicchi

Le arance sono una importante fonte di vitamine: soprattutto la C e la A, ma anche una larga parte di quelle del gruppo B, (in particolare Tiamina, Riboflavina e oltre alla vitamina PP ovvero la Niacina). Per il fabbisogno giornaliero di vitamina C, basta consumare 2 o 3 arance al giorno. La vitamina C è importante innanzitutto perché contribuisce a rafforzare il sistema immunitario e aiuta quindi a prevenire raffreddori e malattie da raffreddamento.

La vitamina C contenuta nell’arancia ha evidenziato proprietà antianemiche poiché favorisce l’assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi.

L’arancia è particolarmente ricca di terpeni che, assunti regolarmente in una dieta ricca di frutta e verdura, si sono rivelati molto efficaci nella prevenzione dei tumori del colon e del retto.

Valori nutrizionali per 100 grammi:

  • Parte edibile: 80 g – 34 Kcal
  • Proteine animali: 0 g
  • Proteine vegetali: 0,7 g
  • Carboidrati: 7,8 g
  • Grassi: 0,2 g
  • Fibre: 1,6 g
  • Ferro: 0,2 mg
  • Calcio: 49 mg
  • Vitamina C: 50 mg
spremuta arancia
Caricamento